Accesso ai servizi

Gli Affreschi

Gli Affreschi


Nel primo ambiente, di fronte alla porta laterale ed in prossimità del muro di divisione è dipinta una lapide: questo affresco è stato eseguito recentemente e riprende il contenuto della lapide murata poco al sotto ed in cattive condizioni di conservazione.

Nel presbiterio sono invece presenti due affreschi sulla parete destra, a fianco della finestra, uno raffigurante San Bernardo, l'altro San Sebastiano. Su entrambi gli affreschi sono tracciati numerosi graffiti con date che partono dal 1463, testimoniando così, oltre all'età degli affreschi ovviamente anteriori, che il malcostume di deturpare le opere d'arte con scritte è vizio antico. Un foro in corrispondenza del ginocchio sinistro di San Sebastiano è il probabile risultato di una ricerca di oggetti preziosi od antichi (talvolta reliquie del santo raffigurato venivano custodite in teche murate dietro agli affreschi).

Sulla parete posteriore all'altare lo spazio è stato tripartito: nel settore centrale (probabilmente più antico dei due affreschi laterali) è dipinta una crocefissione con la Vergine e Sant'Andrea ai lati della croce. La fattura di questo affresco è estremamente buona e 'moderna', forse è di un secolo più giovane rispetto ai compagni. Sulla sinistra sono raffigurati Sant'Agata (in ginocchio) e San Pietro.

Sulla destra un santo non meglio identificato, privo di testa per il distacco di una parte dell'intonaco.

Tracce di intonaco con decorazioni floreali ad affresco sono visibili sia sulle volte che sui costoloni dell'abside. Si ritiene probabile la presenza di affreschi anche sulla parete sinistra dell'abside.

Sul culmine dell'arco nel muro di separazione tra gli ambienti, rivolto verso l'altare, una scritta ad affresco ricorda il restauro (o l'edificazione?) nel 1706 del muro stesso per esaudire un voto (Anno 1706 die ? hoc opus factu fuit pro ? legato antonius de duis pro heredibus suis).